Matrimonio a Verona. La cattedrale di S. Maria Assunta

Avete scelto di sposarvi  a Verona? Ottima scelta, la città dell’amore regala scorci, scenari e atmosfere che saranno in grado di stupirvi.
Camminando qua e là in giro per la città vogliamo di volta in volta farvi conoscere alcuni luoghi che sapranno catturarvi, soprattutto se siete alla ricerca del posto ideale per celebrare il vostro matrimonio a Verona.
Iniziamo con uno dei luoghi simbolo, la Cattedrale di Verona S. Maria Assunta

Matrimonio a Verona. La Cattedrale S. Maria Assunta

Si tratta dell’edificio simbolo della Verona cristiana, situata nel nucleo più antico dell’urbs romana, la Cattedrale dedicata a S. Maria Assunta è un complesso architettonico di cui fanno parte anche S. Giovanni in Fonte, S. Elena, il chiostro dei Canonici, la Biblioteca Capitolare, la piazza e il Vescovado.
La struttura attuale, edificata nel IV secolo, probabilmente è stata la prima chiesa cristiana della città. Si presenta a 3 navate divise tra loro da alti pilastri in marmo rosso di Verona, che sostengono arcate gotiche.
La navata centrale della cattedrale di Verona si conclude con la cappella maggiore, realizzata dall'architetto Michele Sanmicheli. Le cappelle laterali, invece, si contraddistinguono per le sculture ed opere pittoriche, per lo più rinascimentali, tra cui la più famosa è quella con il dipinto dell'Assunzione della Vergine (1535) ad opera di Tiziano.

Un matrimonio nella Cattedrale di Verona è sicuramente di forte impatto emotivo. La piazza antistante si presta benissimo per un arrivo in pompa magna e la navate centrale è quella che ogni sposa sogna di percorrere: lunga, solenne, intensa.
Certo per una chiesa del generale può spaventare la mole dell’addobbo floreale, ma come in tutte le cose, vista soprattutto la ricchezza achittetonica, la semplicità è l’arma vincente. Numericamente parlando qui ci stanno molte persone senza dubbio, sedute dalla 120 alle 150.
A cosa fare attenzione? Sicuramente il parcheggio per gli ospiti non può essere nelle immediate vicinanze, anche perchè, trovandosi la Cattedrale nel centro storico di Verona, siamo in piena zona ZTL. È opportuno consigliare agli ospiti di parcheggiare in Lungadige o addirittura nel parcheggio a pagamento di Pizza Isolo.  Se la sposa arriva con la macchina ricordate di controllare l’orario dell'apertura dei varchi ZTL e, nel caso, chiedere un permesso alla Polizia Municipale per avere il permesso di entrare senza pericolo di brutte sorprese al ritorno dal viaggio di nozze!

 

Matrimonio a Verona: la Chiesa di S.Elena

Per chi è alla ricerca di una celebrazione in un luogo sacro e intimo, la chiesa di S. Elena si presta benissimo. Si trova alla sinistra dell'edificio della cattedrale e affaccia su un piccolo cortile interno con il caratteristico porticato a quattro arcate a tutto sesto sorrette da colonne in marmo. Nella parte superiore della facciata si può notare l'originale paramento murario romanico, caratterizzato da un'alternarsi di fasce in mattoncini rossi e marmo. L'interno della chiesa è a navata unica coperta da un soffitto a capriate lignee. Al centro è stata creata una vasta apertura nel pavimento per consentire la vista del pavimento e delle fondazioni dell'antica basilica del IV secolo. Nell'abside quadrangolare vi è l'altare maggiore barocco. L’atmosfera è davvero romantica, perché intima, per questo è indicata per matrimoni con un numero limitato di invitati. In questa chiesa è presente anche l’organo e vista l’ottima acustica, vi consigliamo di trovare un buon organista per l’accompganemnto musicale.

 

Se volete approfondire nel dettaglio la storia, le opere, le sculture della Cattedrale vi consiglio di leggere qui, troverete tutte le informazioni.

I commenti sono chiusi

[:it]

Stai organizzando il vostro grande giorno?

Ricevi gratis il nostro ebook “Matrimonio: segreti e consigli”

Basta iscriversi alla newsletter!

Iscriviti alla newsletter e riceverai subito in regalo il nostro ebook "Matrimonio: segreti e consigli". p.s. Anche noi odiamo lo spam, non preoccuparti.

Iscrivendoti alla newsletter, accetti le condizioni di utilizzo e dai il consenso al trattamento dei tuoi dati (leggi l’informativa)[:]