Qualche consiglio per un matrimonio social!

Un tempo c’erano le macchinette usa e getta che venivano messe a disposizione degli invitati per immortalare momenti che il fotografo ufficiale non avrebbe potuto seguire. Oggi tablet e smartphone la fanno da padroni, grazie anche alla miriade di app esistenti che permettono non  solo di fotografare ma anche di condividere in tempo reale i momenti salienti del matrimonio.

Essere o non essere social?
È una scelta degli sposi. C’è chi è già abbastanza social nella vita e quindi ha già una predisposizione,conosce gli strumenti e sa come utilizzarli e chi, invece, ha bisogno di controllare che cosa viene pubblicato ed è restio a questo nuovo modo di comunicare. Molte volte è più una questione di privacy, c'è chi vede nel proprio matrimonio un momento privato e non sente il bisogno di condividerlo con la rete.

Matrimonio social: app e dispositivi

Praticamente tutti hanno a disposizione un tablet o smartphone. Quindi Facebook e Instagram di solito sono le applicazioni più utilizzate per condividere le foto. Per semplificare le cose e far sì che tutte le foto vengano “raggruppate insieme” è meglio scegliere fin dall’inizio un hastag comune e comunicarlo agli invitati. Tramite questo sito potrete generare un hashtag originale per il vostro matrimonio!

Esistono poi delle app tra cui wedsocial.comche fungono da piattaforma per fare dei veri e propri album instantanei. Non solo. Ma adesso con Periscope potrete tramettere in streaming il momento del vostro sì, magari per tutte quelle persone che non sono potute venire al vostro matrimonio.

matrimonio social

Matrimonio social: qualche regola

1. Per gli sposi. Voi non avete tempo di pensare in maniera social in quel giorno! Avete molto altro da fare! Pensate che in America ha preso piede ( e non tarderà anche da noi) il social media concierge, un figura che si occupa di coordinare la parte social del vostra matrimonio fin dai preparativi! Potete pensarci…
2. Per gli invitati. Il più delle volte non ci si pensa, ma prima di postare foto e taggare le persone, non credete sia meglio chiedere? Non tutti gli inviati si conoscono così bene da poter dare per scontato il loro assenso. Ad alcuni, per esempio, dà fastidio essere fotografati, figurarsi essere poi postati su un social network!
3. Per tutti. Fate delle foto decenti. Instagram o Retrica offrono un sacco di filtri per migliorare le vostre foto. Perché non usarli? Insomma NO foto controluce, NO persone tagliate,NO angolazioni sbagliate! Sì ai selfie ma con moderazione! I bastoni da selfi non si possono guardare ad un matrimonio!
Infine, non intralciate il lavoro del fotografo, questo è assolutamente doveroso!

Matrimonio social: il post ricevimento

Molti sposi i giorni successivi al matrimonio, prima o dopo essere tornati dal viaggio di nozze (meglio dopo, rilassatevi!), sono soliti ringraziare su Facebook tutti gli inviatati, completando il messaggio con una loro foto di quel giorno. E un’idea carina. Al contrario, intasare le bacheche altrui con migliaia di foto è un po’ azzardato. Pensate alle persone che non avete inviatato al matrimonio, per esempio...

I commenti sono chiusi

[:it]

Stai organizzando il vostro grande giorno?

Ricevi gratis il nostro ebook “Matrimonio: segreti e consigli”

Basta iscriversi alla newsletter!

Iscriviti alla newsletter e riceverai subito in regalo il nostro ebook "Matrimonio: segreti e consigli". p.s. Anche noi odiamo lo spam, non preoccuparti.

Iscrivendoti alla newsletter, accetti le condizioni di utilizzo e dai il consenso al trattamento dei tuoi dati (leggi l’informativa)[:]